Riapre il Mutiplex

Mercoledì 19 agosto 2020 si riaccende la magia della settima arte a Rimini: il Multiplex Giometti de Le Befane Shopping Centre di Rimini infatti riapre le sale in condizioni di sicurezza, garantite da protocolli rigidi e attenti: posti distanziati, igienizzazione della sala dopo ogni spettacolo, sistemi di condizionamento e ventilazione perfettamente aderenti ai nuovi protocolli, colonnine per l’igienizzazione delle mani. In tutte le aree comuni del Multiplex sarà necessario indossare la mascherina, che invece potrà essere abbassata durante la visione del film.

Per festeggiare l’apertura delle sale, le Befane Shopping Centre ripropone inoltre la promozione Best Friends, nella sua Cinema Edition, dedicata ai possessori di Be-Fan Card. Dal 19 agosto porta un’amica o un amico a sottoscrivere a sua volta la Be-Fan Card: riceverete 100 punti ciascuno sulla propria card e 1 biglietto ciascuno, sino ad esaurimento, valido dal 19 agosto al 30 settembre per un film al Multiplex Le Befane.

In cartellone a Le Befane di Rimini Onward, il nuovo Disney, l’horror Gretel e Hansel, la romantic comedy Una sirena a Parigi, l’animazione di Trolls world tour, Gli anni più belli che segna il ritorno di Gabriele Muccino e l’attesissimo Volevo nascondermi con Elio Germano che impersona, anima e corpo, il pittore Antonio Ligabue.

INTERVISTA A MASSIMILIANO GIOMETTI: “C’È VOGLIA DI TORNARE IN SALA. A RIMINI REALIZZATA PARTNERSHIP UNICA IN ITALIA”

“Durante il lockdown abbiamo ricevuto tantissimi messaggi sui social network e anche recentemente nelle arene estive: c’è una gran voglia di tornare in sala, ce lo dice il pubblico, quindi riapriamo con grande fiducia” – sottolinea Massimiliano Giometti, patron della Multisala Giometti a Le Befane Shopping Centre di Rimini. “Riapriamo dal 19 agosto in una situazione nuova, a cui tutti ci dobbiamo abituare, ma importante per garantire la massima sicurezza a tutti, anche grazie ad indicazioni più facili da espletare ricevute dal Ministero. Prediligendo inoltre la vendita online dei biglietti”.

Cosa mancava per partire? Un film. Già dal 15 giugno le sale avrebbero potuto riaprire, ma non c’erano film in distribuzione: è mancato un po’ di coraggio da parte dei distributori, che invece adesso hanno iniziato a proporre qualche titolo. Quindi in sala ci sarà il nuovo Disney, Onward e poi Gretel e Hansel, un horror e il film d’autore Volevo nascondermi. Sono tre titoli molto diversi, adatti ad un pubblico differente: le famiglie, i giovani, chi sceglie pellicole d’autore. Staremo a vedere – noi, produttori, e distributori – qual è il pubblico più pronto per tornare al cinema”.

Nel periodo del lockdown non siamo stati fermi: abbiamo lavorato di concerto con le amministrazioni pubbliche per la realizzazione delle arene estive. A Rimini poi è accaduta una cosa unica in Italia, mai successa negli ultimi 80 anni di cinema: abbiamo fatto un accordo con tutti gli esercenti. Infatti l’arena di Rimini è stata gestita da noi, Fulgor, Settebello e Tiberio. Siamo riusciti a vederci non come concorrenti, ma come colleghi. È stata una bella esperienza e speriamo possa esserci una bella collaborazione anche in futuro”.

Il cinema italiano e mondiale non aveva mai vissuto un periodo come questo. E, inoltre, ogni venti anni ci dicono che il cinema deve morire. È vero, abbiamo tanta concorrenza: le piattaforme, i telefonini… Ma il cinema in sala regala qualcosa di unico: la condivisione delle emozioni. È un rito ed è questo che fa la differenza, senza tenere conto dell’aspetto tecnico del campo visivo umano: al cinema è tutto preso dallo schermo, è un immergersi completamente; a casa, davanti alla tv o allo smartphone, le distrazioni possono essere infinite”.